EPISODIO 2:
GARBATELLA CALIBRO 9

Ezio, grande, grosso e pauroso, è la vittima ideale degli scherzi in bottiglieria. Ma stanco di essere sempre messo in mezzo dagli amici, decide di vendicarsi simulando una rapina con l’aiuto di Barilon. Non sa però che il veneto è complice dei Cesaroni. Così quando insieme a lui, mascherati da rapinatori fanno irruzione in bottiglieria, crede veramente che l’impavido Cesare per difendersi abbia sparato e ucciso il povero Barilon, caduto a terra in
una pozza di fintissimo sangue. Ezio terrorizzato e ancora con il passamontagna in testa, urla correndo per strada dove viene fermato dai Carabinieri che lo scambiano per un vero delinquente. E’ in caserma che racconta la sua storia ad un detenuto che sta per tornare in libertà e che lo ringrazia: ne approfitterà appena uscito perché di sicuro i proprietari avranno abbassato la guardia. Il giorno seguente, infatti, il rapinatore si presenta puntuale in bottiglieria, questa volta con una pistola vera. Giulio e Cesare, convinti che si tratti dell’ennesimo scherzo, ci mettono un po’ a capire che l’uomo che hanno di fronte fa sul serio. Ezio che si è reso conto del pericolo, resta chiuso in bagno senza sapere cosa fare. Poi si fa coraggio e con la pistola finta affronta il rapinatore, che non ci pensa proprio ad abbandonare il campo. E appena si accorge che quella di Ezio è una pistola giocattolo, lo prende come ostaggio mentre i carabinieri circondano la Bottiglieria. Ezio non ha scampo. Fino a quando, terrorizzato da un’ape che sta per pungerlo, comincia a dimenarsi tanto da
permettere ai carabinieri di intervenire per arrestare il rapinatore. Senza volerlo, questa volta si è comportato da eroe! E tutti gli battono le mani. Intanto per Rudi e Alice è arrivato il primo giorno di liceo. Ma le cose non vanno come speravano. Alice, che dopo un bacio d’estate, può finalmente rincontrare Umberto, ci resta male quando si accorge che lui non la degna di uno sguardo, preferendole la compagnia di Regina. Anche le aspettative di Rudi falliscono miseramente. Abituato a fare il capetto alle medie, ora si ritrova bersaglio dei ragazzi più grandi. A casa, i due hanno il morale a terra. Alice si riprende solo quando riceve un sms d’amore di Umberto. Non sa che in realtà a scriverlo è stata Regina, per uno scherzo crudele. E così a scuola Alice, piena di speranze, va incontro ad Umberto che però la respinge, umiliandola davanti a tutti. E Rudi, a difesa della sorella, affronta Umberto che, più veloce, lo stende con un colpo. Più tardi a casa, Alice ringrazia Rudi che si schermisce, dicendole di non averlo fatto per lei. Ma la ragazza sa che non è vero e apprezza il gesto del fratello. Il giorno dopo a scuola è guerra aperta. Regina fa capire ad Alice che le conviene diventare sua amica, ma lei non scende a compromessi. Rudi invece riceve la minaccia di vendetta di Ulrico…
Nel frattempo l’equilibrio di casa Cesaroni viene turbato dalla presenza dell’eccentrica Tamara. Lucia, per riportare la pace in famiglia, la affronta, ma l’unica cosa che ottiene è che Marco e Tamara decidono di trasferirsi nel magazzino di Walter, per cercare la loro libertà creativa. Ma con Walter, Marco si distrae facilmente e Tamara perde la pazienza. Così, quando vede arrivare Lucia e Stefania, capisce che è meglio per tutti che Marco torni a casa. D’accordo con le due, libera un topo nel magazzino. Marco, che ha il terrore dei topi, pensa bene che sia meglio tornare a casa…
Anche Eva è tornata a Roma. Ma l’unica a saperlo è Carlotta. Nascosta a casa dell’amica, con un segreto da custodire, Eva trova lavoro come cassiera di un supermercato.


CookiesAccept

www.icesaroni.it utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo